Danza Classica

Come allacciare le scarpe da danza classica

Come allacciare scarpe da danza classica

Chi è alle prime armi con la danza classica avrà certamente provato una sensazione di sconforto nel non comprendere come si allaccino le proprie scarpette.

Nel corso delle prime lezioni, le insegnanti di danza classica sono abituate a vedere le proprie allieve indossare le scarpe nel modo sbagliato, magari allacciate in un grosso fiocco che le piccole hanno realizzato con l’aiuto delle loro mamme. A seconda dei loro gusti questo è visibile o davanti alla caviglia o dietro. Il motivo è chiaro: mamme e nonne non sono certamente delle esperte in materia, quindi per ovviare al problema del non sapere come allacciare le scarpette da ballerina si limitano a incrociare i lacci sul piede così come hanno immaginato facciano le danzatrici immortalate nelle numerose foto pubblicate sulle riviste e sul web.

Ma della lunghezza in eccesso che si fa? Dove vanno posizionati quei centimetri di nastro in raso in più? Per esser certe di allacciare le proprie scarpette da danza classica nel modo giusto, è possibile seguire delle dritte.

Come si allacciano i nastri delle scarpette

Per punte e mezze punte la tecnica di allacciatura è la stessa: se i nastri risultano cuciti nel medesimo punto, vanno prima incrociati sul collo del piede, poi sul tendine d’Achille, infine sulla parte anteriore della caviglia sovrapponendoli, per poi annodarli nuovamente dietro, sopra il precedente incrocio.

Sono, quindi, previsti tre incroci (davanti, dietro, davanti) e un nodo (dietro alla caviglia). Questo nodo deve rimanere tale e non deve diventare un fiocco, perché i lembi penzolanti potrebbero far inciampare la ballerina nel corso dell’esecuzione dei passi. Questo è il motivo per cui, qualora restasse del nastro in più, occorre tagliare la lunghezza in eccesso, lasciando solo un pezzo che deve essere infilato sotto la parte che va intorno alla caviglia avvolgendola.

La larghezza delle scarpe da punta

Se finora si è parlato di nastri in cotone e in raso, non significa che il cordoncino usato per regolare la larghezza delle scarpette sia da tralasciare. Anche questo deve essere allacciato con doppio nodo (il secondo nodo può anche essere un piccolo fiocco) e tirato al punto giusto così da non rischiare di perdere la calzatura mentre si balla. Attenzione, però, all’ultima dritta: per evitare che la ballerina inciampi, le estremità del cordoncino devono essere tassativamente inserite dentro la mascherina. Anche l’occhio, poi, vuole la sua parte. Mai dimenticarlo, soprattutto nella danza classica.

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo