Tango/TipTap/Flamenco

Kizomba, qual è la sua storia e quali scarpe utilizzare

scarpe da ballo per kizomba

Tra i numerosi balli passionali spicca sicuramente la Kizomba. Questa disciplina, nata solamente negli anni ’70 dello scorso secolo, non è da includere all’interno della lista delle danze caraibiche o latino-americane ma gode di una vita propria, in quanto si tratta di una fusione di samba angolana e lo zouk, uno stile musicale appartenente alle isole caraibiche francesi.

I ballerini della Kizomba, infatti, non hanno fatto altro che attingere i passi di danza di differenti discipline e di evolverli realizzando uno stile oggi considerato tra i più lenti e romantici presenti in circolazione. Non è quindi un caso che questa disciplina venga principalmente praticata da giovani: per ballare la kizomba la coppia deve trasmettere grande complicità, empatia e passione.

La Kizomba praticata oggi, oltre alle influenze della tradizionale danza angolana ha attinto anche dal tango e dal merengue, che hanno contribuito a donare un’importante ricchezza a tutto il ballo.

Movimenti della Kizomba

Come anticipato, il suo ritmo lento e sensuale ha ben presto conquistato anche tutta l’Europa, tanto che oggi in ogni città d’Italia è possibile iscriversi a dei corsi di Kizomba. I due ballerini, oltre a muoversi in maniera dolce, elegante e sensuale, devono anche sincronizzarsi per una corretta rotazione del bacino e dell’anca. I passi comuni, inoltre, prevedono che l’uomo stringa la donna con il braccio destro, mentre la donna con il braccio sinistro intorno al collo dell’uomo, poggiandoci la testa. Tendenzialmente, quindi, è il ballerino che guida la partner sia attraverso il movimento del busto ma anche con quello di braccia e fianchi.

Nonostante la sua nascita relativamente recente, sono già presenti alcune differenti correnti all’interno della kizomba:

  • passada
  • saida
  • tarraxa

Scarpe da ballo per Kizomba

A prescindere da quale scuola di pensiero si pratichi, sarà comunque necessario presentarsi alle lezioni di allenamento e alle esibizioni di Kizomba con il giusto outfit, che passa inevitabilmente dalle giuste scarpe da ballo.

Trattandosi di una disciplina decisamente passionale, la donna dovrà indossare delle scarpe con il tacco, capaci di slanciare la figura e di donare la sensualità che merita. Generalmente l’altezza preferita è quella a rocchetto: più stabile rispetto allo stiletto, questo tipo di calzatura permette al piede di non affaticarsi e di aderire meglio al piede.

Gli uomini, invece, prediligono una calzatura standard con i lacci e con un tacco pressoché inesistente: in questa maniera si potranno controllare meglio i propri movimenti e di essere di giusto sostegno anche per sollevare la ballerina.

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo