Ballo liscio

Mocassini da ballo Derby, curiosità sulla loro origine

scarpa da ballo per uomo

Tra le scarpe di ballo che un uomo dovrebbe avere ci sono sicuramente i mocassini. Queste calzature, oltre ad essere particolarmente pratiche e idonee per praticare qualsiasi disciplina, rientrano a pieno titolo tra le paia che un ballerino (ma non solo) dovrebbe avere.

Qual è la differenza con gli Oxford

Tra i diversi modelli dei mocassini, gli uomini tendono a preferire in particolare quelli Oxford e Derby. Queste ultime, meno formali rispetto alle altre, si prestano in maniera eccelsa sia per gli allenamenti che per le esibizioni vere e proprie.

La loro sostanziale differenza, dopotutto, è dovuta dalla tomaia, che nelle Derby risale e va a costruire la linguetta sulla quale si chiudono le due alette grazie ai lacci, mostrando la calza in maniera più evidente.

Storia dei mocassini Derby

Ma qual è la loro origine? E come hanno fatto ad entrare nei cuori di gran parte degli uomini? Per rispondere a queste domande bisognerà ripercorrere le tre teorie che le interessano.

La prima delle ipotesi è da attribuire durante il periodo delle guerre napoleoniche. Si dice, infatti, che l’ufficiale von Blücher, per permettere ai suoi soldati una maggiore agilità durante gli spostamenti, avesse deciso di proporre un nuovo modello con l’allacciatura aperta.

Anche la seconda ipotesi prende vita dalla scomodità delle calzature utilizzate dal 14esimo conte di Derby, Edward Smith-Stanley, non riuscisse ad indossare gli stivali, molto in voga in quei tempi, a causa del suo eccessivo peso. Il suo calzolaio, quindi, si ingegnò per permettere all’uomo di utilizzare senza fatica delle scarpe.

L’ultima e più accreditata versione, invece, ritiene che i mocassini Derby siano nati come evoluzione dei modelli Oxford e che fossero inizialmente calzate solamente dagli uomini dal collo del piede alto.

Mocassini da ballo

A prescindere da quale sia la loro storia, ciò che è noto è che l’ascesa dei mocassini da ballo deve la sua ascesa agli anni Quaranta grazie al noto ballerino statunitense Fred Astaire. Da quel momento in poi, dunque, queste calzature, in tutti i loro modelli, sono considerati dei veri e propri evergreen di eleganza e di raffinatezza.

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo