Tango/TipTap/Flamenco

Il fascino delle scarpe da tango femminili

Scarpe da tango per donna

Se dovessimo pensare a un elemento del proprio outfit con cui raccontare al meglio la personalità e la femminilità di chi le indossa, di sicuro faremmo riferimento alle scarpe. Il discorso è ancora più amplificato se parliamo di scarpa da tango femminile: questa non è un puro prodotto di design, ma un vero e proprio strumento di comunicazione, e il linguaggio che viene parlato è quello del corpo che si muove a ritmo di musica seguendo il fuoco sacro della passione.

È la scarpa da ballo a dettare i movimenti e a far sì che ogni nota possa combaciare con l’oscillazione del corpo nel corso della coreografia. L’evoluzione di quest’ultima avviene interagendo a stretto contatto con il pavimento della pista da ballo. Quella sulla quale i ballerini si muovono in maniera cadenzata, decisa o fluida a seconda dei passi da compiere è la pista della milonga: il suolo di questa sala da ballo è levigato, così da consentire lo scivolamento del piede e lo scorrere della danza.

Seduzione e comfort nelle scarpe da tango femminili

Le scarpe indossate dalle milongueros, cioè dalle donne che frequentano la milonga, e quindi dalle ballerine di tango, sono il primo elemento di seduzione. Se queste dovessero risultare non adatte allo stile di ballo che si sta eseguendo, per quanto la musica in sottofondo possa essere trascinante e per quanto i passi compiuti col proprio partner possano essere passionali, le calzature indossate rappresenteranno sempre la nota stonata di una melodia perfetta, facendo apparire impacciate e non in linea con l’anima del tango.

Quando si sceglie le giuste scarpe da tango femminili, quindi, non bisogna badare solo all’estetica. È necessario capire se quelle che affascinano di più per via del colore o del modello soddisfano anche le proprie esigenze di comfort e stabilità.

Leggi anche: Scarpe da ballo da donna per il tango, alcune dritte

La suola, per esempio, deve essere piatta, affinché non oscilli e non faccia barcollare durante l’esecuzione dei passi. Per il medesimo motivo, il tacco non deve essere né eccessivamente alto né a spillo: un tacco più basso slancerà meno la gamba, ma permetterà movimenti più eleganti che esalteranno la sensualità del corpo e del ballo attraverso cui esprimersi al meglio.

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo