Balli Caraibici e Latino americani

Scarpe da Samba, quali usare per assecondare l’energia del ballo

Scarpe da ballo per samba

Uno dei balli latino americani più energici è la Samba, una danza di origine brasiliana nata a Rio de Janeiro nel XX secolo come ballo sociale, poi evolutasi in ballo di coppia. Attorno al nome circolano due ipotesi, una antica secondo la quale il termine “samba” farebbe riferimento ai brasiliani di discendenza africana, l’altra che racconta di schiavi giunti al porto di Salvador da Bahia dopo essere stati deportati dall’Africa Occidentale.

In questo tipo di ballo confluiscono i ritmi delle liturgie religiose delle varie etnie africane presenti nel Paese, tanto da poterlo considerare una vera e propria danza rituale. Per quanto la sua storia tradisca radici tutt’altro che rosee e festose, la Samba è usata per celebrare la colorata ricorrenza del Carnevale di Rio e le festività in generale.

Dopo questa breve panoramica storica, è arrivato il momento di parlare delle scarpe e di quanto sia fondamentale scegliere quelle giuste per assecondare i ritmi frenetici di questo tipo di ballo.

Caratteristiche delle scarpe da ballo

Le scarpe da ballo da utilizzare per eseguire i passi energici della Samba devono proteggere il piede quando batte sul pavimento, per questo la suola è dotata di appositi cuscinetti volti a favorire i movimenti agili e scattanti che gli arti inferiori eseguono a ritmo di musica.

Anche l’occhio, però, vuole la sua parte, quindi l’eleganza non deve mai essere trascurata: le calzature devono risultare femminili ed esaltare la forma del piede nel corso dell’esercizio. In base alla stabilità ricercata e al gusto personale, ogni ballerina di samba può indossare scarpe da ballo con la punta aperta o chiusa, prestando attenzione all’allacciatura alla caviglia che non deve mai essere eccessivamente stretta.

Per quanto riguarda, infine, il tacco, occorre ricordare che è da questo che dipende gran parte dell’equilibrio della ballerina durante l’esibizione: in base alle abitudini è possibile indossare una scarpa con tacco a spillo (consapevole del fatto che i polpacci tendono a stancarsi facilmente) o una con un tacco dall’altezza inferiore. In questo secondo caso il peso sarà spostato all’indietro, per questo è sempre preferibile utilizzare una calzatura con un tacco di circa 6 o 8 centimetri.

Contenuto bloccato: accettare utilizzo dei cookie e ricaricare la pagina per visualizzarlo